Logo

Locanda

Madonna Delle Vigne
Via S. Michele, 8
67043 Celano (L’Aquila)
Tel. 393.2849854
E-mail: info@madonnadellevigne.com

La Locanda Osteria Madonna delle Vigne ti accoglie ai piedi del Castello Piccolomini, un gioiello rinascimentale che dall’alto di Celano domina la distesa del Fucino e i vigneti della vallata.

 

L’atmosfera suggestiva della bellezza del luogo ti catturerà, oltre all’ospitalità offerta da Sandro Baliva, dalla moglieLara e da sua madre Luisa Biocca: come si usava un tempo, nelle famiglie abruzzesi, in cui agli ospiti è riservata un’accoglienza speciale.

Nell’osteria, o locanda, troverai il giusto mix tra la cucina abruzzese di una volta e le innovazioni creative, che rendono ogni piatto genuino ma presentato in modo elegante

La passione gastronomica per il territorio e le ricette marsicane, fanno della cucina un luogo dove riproporre i piatti della tradizione con rituali tramandati di generazione in generazione.

Ogni ospite della locanda potrà scoprire aromi e sapori del passato della Marsica, spesso dimenticati, che conquistano al primo assaggio.

L’osteria è nata nel 2009 dalla sinergia tra la passione per la cucina di Luisa e quella di suo figlio Sandro per i prodotti tipici abruzzesi: la voglia di creare ricette semplici, nate dai sapori della terra d’Abruzzo e dalla tradizione popolare, in un contesto antico e familiare come il locale di via San Michele.

Le ricette della cucina abruzzese sono sempre selezionate in base alla ricerca dei prodotti sul territorio e delle antiche usanze. La pasta è rigorosamente preparata a mano, così come i dolci arricchiti di marmellate fatte in casa, dalle mani di mamma Luisa.

Tra le ricette tradizionali della Marsica, la volontà è anche quella di recuperare aspetti storici per i procedimenti di cottura, come per l’agnello alla casseruola e non alla brace, cotto nel vino, per consentire a più persone di nutrirsi anche con tutto il condimento – in famiglie numerose era necessario.

Le tradizioni della cucina abruzzese dei pastori parla di ricette antiche, magari rivisitate ma sempre con un’attenzione ai piatti tipici della memoria di Celano e del Fucino, con ingredienti naturali e direttamente tramandati di generazione in generazione.

Share |

 (C) 2011 ilMeteo.it